UBIK BEER

UBIK dewed beer bottle

Ubik! Ma cos’è Ubik? Ubik è una bevanda! Senti qua:

“Il miglior modo di chiedere una birra è gridare: Ubik! Frutto di malti selezionati e acqua di prima qualità, invecchiata lentamente per ottenere un sapore perfetto, Ubik è la birra numero uno nel paese. Prodotta solo a Cleveland.”
Questa che riporto è una citazione estratta dal libro “Ubik” di Philip K. Dick edito in Italia da Fanucci ( anche e-book).
Ebbene il nome del mio studio arriva da questo libro di fantascienza: proprio quel genere di letteratura di serie B, che però cela perle quali “Farenheit 451” di Ray Bradbury
Nel 1987 quando aprii lo studio avevo appena finito di leggere un Galassia Garzanti, che stava a malapena assieme e che conservo, che avevo acquistato alla bancarella di Piazzale Loreto. Il titolo era ” Ubik mio signore ” . Fanucci prese solo piú tardi a pubblicare tutto Dick.
Il mio studio era in una cantina di via Porpora senza telefono, anzi con un telefono giocattolo, che faceva quack, comprato al negozio di chincaglierie che c’era al civico 42,  e stavo decidendo di licenziarmi per aprire l’attivitá in proprio.
Il romanzo mi fulminò e scelsi il suo titolo come nome dello studio. Risultato, per anni e per molti sono stato il signor Ubik.
Ubik è stato scritto nel 1966 ed era , a quel tempo, ambientato in un futuro prossimo ,situato nel 1992, ma esplora misteri molto contemporanei. Il plot di Ubik descrive mondi paralleli che faticano ad entrare in contatto ma coesistono. Realtá illusorie e illusioni reali mai districabili tra vero e falso, tra vita e morte e… semivita. Questa indeterminatezza mi affascinò, ma furono sopratutto le chiose all’ inizio di ogni capitolo ( ad esempio la pubblicità della birra in apertura di post ) a convincermi. Cosí Ubik ( dall’ovunque latino…ubique ) , multiforme e presente in ogni luogo, viene descritto di volta in volta come una merce  portentosa ed appagante da messaggi pubblicitari che non mancano di mettere in guardia dai sottili e  insidiosi effetti collaterali.
Non ti posso dire molto di piú altrimenti non mi leggi il capolavoro.
Il risultato fu che qualche anno dopo capii perchè anche una trasmissione culturale di Radio Popolare di Milano avesse scelto quel nome. Il romanzo ha nel mondo centinaia di fan club, e a dispetto della maggior fama di un altro lavoro di Phil Dick, “Do androids dream of electric sheep” ( “Gli androidi sognano pecore meccaniche?”) che fu tradotto in cinema da Ridley Scott con “Blade Runner” ( vedi lo storyboard del regista oppure arrivaci tramite  Open Culture) , è di gran lunga il romanzo piú letto , piú visionario e piú apprezzato di Philip Dick.
In questo post, nella galleria sottostante, raduno una serie di copertine di varie edizioni del romanzo tra le quali ho infilato una mia proposta.
Se invece vuoi dare una occhiata ad altre immagini rinfrescanti come Ubik Beer, visita l’UBIK sito

Comments are closed.