TUTTO VA A ROTOLI DI PASTA…E A STRATI

C2019_BUITONI_Sfogliatonda_1_S04_03_CRI

Quella che compare sui pack dei rotoli di pasta fresca Buitoni è certamente una cucina di livello, perdonami la boria, che tutti possono produrre a casa con una certa soddisfazione e senza la difficoltà di ottenere un buon impasto vista la qualità dal prodotto pronto. Ad ottenere questi risultati le mie due food stylist preferite Livia Sala ed Aura Basso e un pò di ulteriore lavoro.
Certo avendo del tempo ci si può divertire anche sull’ impasto, ma i rotoli di pasta pronta sono certamente tra i prodotti più di successo fra gli amanti della cucina e la gamma infatti in questi anni si è molto ampliata.
Di livelli però ce ne sono molteplici, dal mio punto di vista di fotografo, e sono quelli di photoshop che ho l’obbligo di prevedere perchè alla fine della seduta di shooting si possa dire che il lavoro è veramente terminato.
Tecnicamente oltre allo scatto base infatti si aggiunge una serie, che può essere anche numerosa, di contributi, cioè di scatti di riflessi, ombre, varianti di posizioni degli ingredienti, delle guarnizioni … insomma tutto ciò che può servire in un secondo momento, in fase di assemblaggio per arricchire, e migliorare la resa della ricetta ed arrivare alla soddisfazione del cliente.
Tutte queste immagini sono successivamente disposte ed allineate una sopra all’altra costituendo una stratificazione di livelli, da ognuno dei quali si prenderà ciò che sarà utile, o necessario.
Non c’è come averla fatta la “post” per conoscerla: è come un linguaggio.
Chi conosce questa lingua sa di cosa è fatta, cosa c’è dentro ed ha smontato e rimontato il giocattolo più volte.
Diciamo che le ore passate alla tavoletta grafica si ripagano, anche se il lavoro ,sempre più spesso, lo fa un altro operatore. Ad esempio su questo lavoro Silvia Foco.
Un giochino frequente è quello che chiamo dello spogliarello. Gli oggetti più vicini al punto di vista vengono tolti in maniera da poter essere eventualmente scontornati e spostati millimetricamente.
Non bisogna infatti dimenticare la presenza nelle confezioni del lettering, e cioè di tutte quelle parti grafiche di informazione, dei marchi e del nome del prodotto che devono coesistere a stretto giro di gomito.
Normalmente sono un pò ridondante come servizio, nel senso che cerco di avere tutto, ma tutto, il materiale che può interessare , anche quello che ” e-se-poi-a-qualcuno-viene-in-mente…” La cosa si traduce in tempi di scelta dei file e di trasmissione che si allungano, ma in genere questa opzione mette al riparo da qualsiasi evenienza e da al cliente più possibilità di scelta.
Su Ubik@Behance allora trovi questa galleria di ricette che online fanno una figura che la stampa sulla plastica delle confezioni non potrà mai raggiungere.
Ma mai dire mai!

buitoni pack subject

Comments are closed.