TESTATA CONTRO IL MURO

Pubblico volutamente in asincronia questo post. Qualche  giorno dopo.Vivo in un mondo professionale vivace e ricco di presenza femminile e la qualitá finale del nostro lavoro è molto dipendente dalla qualitá delle ricette e della presentazione che food stylists, in genere donne, con le quali collaboro rendono disponibili. Mi sento quindi debitore, anche professionalmente, al mondo femminile. Purtroppo l’odore della discriminazione di genere è pervasivi: nella nostra cultura si sente ovunque, anche laddove non te la aspetteresti.Crescendo però ho sviluppato una avversione alla festa dell’otto marzo, intesa come cristallizzazione e celebrazione di una sofferenza che è senza ragione. O peggio come giornata a di libera uscita di un pensiero altrimenti costretto. Non voglio attaccare altre parole o banalità, perché è nella vita che il rispetto si porta e non in proclami altisonanti. L’otto marzo, nonostante il mio fastidio, sta li: una giornata in cui provare un giusto disagio maschile, se hai un cuore ed un cervello, ma le mimose …  non riesco … e lo spogliarello maschile…tralascio. I clichè sono persistenti e nel 2013 abbiamo addirittura una emergenza femminicidio, la discriminazione nelle carriere, il trionfo della “donna oggetto” in comunicazione ed il femminismo, uno dei piú importanti movimenti, veri e spontanei, del ‘900 infamato e bollato come estremismo. Il fotografo e artista sociale Ico Gasparri ha prodotto nel tempo un importantissimo lavoro di documentazione sul tema della rappresentazione della donna nella comunicazione obbligatoria ( la cartellonistica stradale ) e a volte riesce a farne discutere i giovani in assemblee scolastiche: lavora per un futuro migliore. Ico ad un certo punto nel 2011 ha riunito le sue fotografie in un libro che è il risultato della sua ricerca: Chi è il maestro del lupo cattivo?  Smettendo di fare collezione anche di rifiuti editoriali, Ico lo ha edito da solo. Sul sito del libro trovi l’elenco delle librerie dove puoi trovare il volume e delle gallerie di immagini sul tema della nostra civiltà.Dal suo blog voglio citare come contentino però che:lo “spettacolare” silenzio della nazione maschia nel suo insieme non corrisponde sempre al silenzio di tutti i maschi della nazione.  P.s.:Certo che pubblichiamo su Donna Ehi! Non lo sapevi?
chi è il maestro del lupo cattivo?

chi è il maestro del lupo cattivo?

Comments are closed.