FUOCO FUOCHINO … A FUOCO

 

layered italian chocolates mountain by ©ubik-mauriziolodi. Il “hocus stacking” é una tecnica per ottenere profondità di campo in riprese ravvicinate, che naturalmente non ne avrebbero. Piú ci si avvicina al soggetto infatti piú la fotocamera restituirà fuoco limitato. I basculaggi sul grande formato, o tramite obiettivi appositi, danno una mano al compito di chi ha necessità di dettaglio. Una altra tecnica é quella di eseguire una serie di immagini percorrendo col fuoco tutta l’ampiezza del soggetto e di prendere da ognuna di queste immagini le porzioni dettagliate unendole in un unico scatto. Si ottengono così macro o close up altrimenti impensabili.Esistono software specializzati in questo lavoro ed il flusso é giocoforza un pò più complesso ma i vantaggi sono molteplici. Ad esempio si possono usare diaframmi medi senza dover chiudere il diaframma ottenendo miglior qualità dei files. Io uso Helicon Focus.

Altro esempio: il vostro cliente vi chiede un fuoco parziale, di gusto editoriale, per un lavoro su un  prodotto, ma voi sapete che questa scelta potrebbe essere sottoposta a verifica successivamente alla vostra produzione. Per il detto che dice “per sfocar c’é sempre tempo, per mettere a fuoco c’é solo un 125°” ( da ” UBIK: i motti ” ) é consigliabile eseguire riprese dettagliate e poi lasciare ad un secondo intevento l’aspetto ” mood ” una volta che sia condiviso.

La ripresa tramite ” Focus Stacking ” inoltre restituisce anche una mappatura tridimensionale del soggetto ripreso. Alle diverse distanze dalla fotocamera il soggetto é descritto dai suoi punti a fuoco. Ecco spiegato il giochino 3d che vedi qui sotto. La tecnica ha evidenti limiti ma é frutto di molte riprese da un solo punto di vista! Più riprese più accuratezza: quindi, alla fine, più il diaframma è aperto più si avrà precisione nella descrizione.

[youtube http://www.youtube.com/watch?v=Mywjd_ZXUE8&feature=youtube_gdata_player]

Questo scatto è stato fatto unendo 35 fotografie focheggiate  diversamente. Qui invece vedi la progressione del rilevamento dei livelli a fuoco come la esegue il programma

[youtube http://www.youtube.com/watch?v=5oqGluP11u0&feature=youtube_gdata_player]

 

 

Comments are closed.