DIETA MEDITERRANEA

crumble di cavolfiori e capperi by ©ubik-mauriziolodi.

Non sono ubriaco col mento sul tavolo, eppoi il bicchiere é ancora pieno. Sto soltando domandandomi se questo crumble di cavolfiori e capperi potrebbe entrare a pieno titolo nell’ambito delle preparazioni di quella che si chiama “dieta mediterranea”.Certo é un “crumble” anglosassone, ma tutto sommato gli ingredienti ci sono. Cereali e verdure.In italia esiste un Istituto Nazionale di Ricerca per l’Alimentazione e il Nutrimento che lavora attorno all’argomento e sul suo sito pubblica un interessante “piramide alimentare”. Ora non voglio discutere il valore della dieta mediterranea rispetto ad altre abitudini: semplicemente con questo termine si descrivono le nostre abitudini alimentari, di popoli che si affacciano a questo mare nostrum, e che godono di una varietá e ricchezza e bontá di alimenti riconosciuta in tutto il mondo Si tratta di un prospetto grafico che riporta alla base gli alimenti consigliati di consumo quotidiano, e salendo arriva al vertice agli alimenti consigliati piú raramente nell’arco della settimana. Questa Piramide é il frutto della Conferenza Internazionale di studi ( Ciiscam ) di Parma del 3/11/2009 e definisce queste nuove linee guida che riconoscono un evoluzione dei costumi alimentari nella area. Guardala con attenzione: la frequenza di porzioni di carne é meno di due alla settimana ed alla base sono riportate considerazioni che stiamo rivalutando ( la stagionalitá, i prodotti locali..La riporto qui sotto con il link al sito dell’INRAN.

Ora ritorno al crumble.Dato che i costumi e la mobilitá delle genti all’interno della area mediterranea stanno rapidamente evolvendosi, non possiamo considerare che anche preparazioni innovative negli accostamenti, contaminate, curiose, inusuali, possano essere contemplate?C’é spazio per un rinnovamento della tradizione e del gusto credo…Ed allora il “crumble” é dentro, dentro come la pasta coi broccoli. 

image by maurizio lodi, ubik

Comments are closed.