ALTERNATIVA

anaglyph-chokolate-amd-vanilla-marble-cake by ©ubik-mauriziolodi. Food, 3D anaglifo e bianco e nero per farti uno scherzo un pò ” steam punk “, tecnologia vittoriana riportata alla vita contemporanea, ma  che contiene diversi elementi di attualitá. Intanto procurati degli occhialini! Quelli 3D con le lenti colorate.

Questo è l’anno in cui sono stati candidati all’Oscar due film particolari, di quelli che capitano una volta ogni dieci anni. Al Kodak Theatre di Los Angeles ( una delle poche cose Kodak rimaste di un certo valore ), è stato premiato con 5 statuette ” The Artist “, film muto e in bianco e nero, ma mi sembra di potere segnalare anche ” The tree of life “, dalla narrazione visionaria e dai dialoghi scarni, come un altro caso a parte, anche se senza riconoscimenti ufficiali.
Considero questi due film come due grida di aiuto: nell’era della sovrastimolazione e della connessione totale, il cinema sembra rappresentare la necessità di una pausa, di un momento per riflettere. Che alternative abbiamo? Quali sono le scelte?
E allora omaggio queso storico momento, nel mio piccolissimo, con un ritorno all’antica e povera arte dell’anaglifo monocromo, applicato alla fotografia di cibo.
Il 3D d’altro canto, da “Avatar” in poi, è ritornato alla ribalta, ma non sarà certo tramite l’anaglifo a trionfare. Se succederà saranno le nuove tecnologie ( senza l’ausilio di occhiali specifici ) a veicolarlo. Bisognerà osservare il gradimento del pubblico e la diffusione che avranno questi mezzi di riproduzione, ma, magari, nel frattempo, anche da questa parte del cristallino potremmo fare un pò di ricerca.

Comments are closed.