A SUIVRE

aralia leaves and flowers

Arriva il momento che ho un buco di lavoro.
Oggi: una settimana davanti senza impegni.
Il primo pensiero è…godermela.
Il secondo è sbrigare l’amministrazione, sempre in ritardo ( o l’archivio, o il sito da finire o… ).
Il terzo…il terzo è trovare del nuovo lavoro. Sentire quel cliente che non ti chiama da un pò, prendere qualche appuntamento…
Un attimo, andiamo avanti!
Quarto pensiero: lavorare per se! Che significa riprendere a ricercare, sperimentare, provare…
Oggi sono passato direttamente a quest’ultimo spunto. Complice la presenza stimolante di Valentina, che oggi inizia lo stage di food photography, e un lascito dall’ultimo servizio per Esselunga da parte di Aura Basso, food stylist, con la quale collaboro molto volentieri: qualche foglia di aralia per giocare, usando in ripresa le stampe che la mia portentosa inkjet Epson Stylus pro 3800 è capace di fornirmi.
Avevo già provato in un servizio sulla pasticceria eoliana ad usare una scenografia stampata ed ho intenzione di spingere più in là l’esperimento in futuro.
Ma oggi, niente food: sono alle prese con questa strana pianta per una giornata di un gioco preso sul serio.
Il risultato della giornata è di cinque fotografie che mi hanno soddisfatto e che ho caricato su Behance nella galleria “A plant and its double” ma le suggestioni che ne sono scaturite sono cose che mettono voglia di andare avanti.
A suivre …

Comments are closed.